domenica 23 marzo 2014

L'INTERVISTA DI VALENTINO ROSSI A SKY "Rido quando mi dicono che sono finito"

E' un Valentino Rossi entusiasta e sorridente quello che si presenta alle telecamere di Sky dopo una gara bellissima, corsa "vecchio stile", non con fughe solitarie, ma con tutti i piloti incollati sino alla bandiera a scacchi e con un Valentino Rossi anche lui "vecchio stile", incollato a marc marquez fino alla fine per tentare di giocarsi la vittoria, ma nonostante il pesarese abbia superato più volte il giovane camp

domenica 29 settembre 2013

La conferenza stampa di Valentino Rossi ad Aragon: “E’ sempre bello salire sul podio”


Valentino Rossi dopo una serie infinita di quarti posti è riuscito a salire oggi sul gradino più basso del podio. Il pilota della Yamaha ha beneficiato della caduta di Pedrosa, avvenuta a causa del contatto con Marc Marquez, che gli ha danneggiato il sensore del traction control della ruota posteriore. Valentino si aspettava di più dal punto di vista delle performance, visto che sia ieri nelle qualifiche che questa mattina nel warm up era andato bene. Una scelta errata di gomme lo ha però penalizzato. A lui la parola.

martedì 17 settembre 2013

Test Misano: Valentino Rossi “Abbiamo migliorato alcuni dettagli”


Valentino Rossi ha ottenuto il terzo tempo nel Test Post-GP di Misano, dove ieri si era corsa la tredicesima tappa del motomondiale 2013, dominato da Jorge Lorenzo. Il pesarese ha provato sia la moto con particolari 2014, sia quella attuale, con l’obiettivo di migliorare il feeling, soprattutto in frenata. Alla fine del test si è detto soddisfatto, a lui la parola. 

martedì 10 settembre 2013

Domani sera Rossi, Marquez, Dovizioso, Pasini, Iannone e tanti altri Campione alla Spurtlèda58


Valentino RossiMarc MarquezAndrea DoviziosoAndrea IannoneAlvaro BautistaStefan Bradl,Mattia Pasini e tanti altri campioni saranno protagonisti alla “Spurtlèda58“, manifestazione voluta dal compiantoMarco Simoncelli e dai componenti del Team Gresini, che nel 2011 nella settimana che aveva preceduto il GP di Misano avevano organizzato questa manifestazione. Inizialmente nata come una “spensierata” gara di Kart, si era poi trasformata in una vera e propria competizione, con tanto di speaker ufficiali (Mauro Sanchini, grande amico del SIC e allora commentatore della Superbike su LA7).

lunedì 9 settembre 2013

Intervista a Luca Marini il fratellino di Vale Rossi che domenica a Misano debutta nel mondiale


Luca Marini, fratello di Valentino Rossi (da parte di sua mamma), farà il suo debutto tra i grandi questo week-end al Misano World Circuit Marco Simoncelli, tredicesima tappa del motomondiale 2013. Potrà farlo avendo compiuto i sedici anni (festeggiati lo scorso 10 agosto) previsti dal regolamento in sella alla sua Moto3.
Per la prima volta quindi Luca potrà “condividere” il paddock con il suo fratello maggiore, ecco cosa ha detto in un’intervista rilasciata a MotoGP.com.
Ufficialmente wildcard a Misano…
“Non eravamo sicuri di essere wildcard a Misano, era fondamentale rimanere almeno secondi nel Campionato Italiano, però la possibilità c’era quindi la notizia non mi ha sorpreso più di tanto. Ovviamente sono contento di poter esserci, andrò in pista con l’obiettivo di lavorare bene, crescere e arrivare il più avanti possibile. Domenica pomeriggio dopo la gara voglio essere un pilota migliore”.
Misano può aprirti le porte del Campionato del Mondo Moto3™?
“Sicuramente fare bene a Misano potrebbe aprirmi le porte del mondiale. Sarà difficilissimo, molto meglio pensare al campionato italiano, al Mugello e poi si vedrà. Dovessi vincere il titolo sarebbe un po’ più semplice passare al Campionato del Mondo, anche per gli sponsor e un buon team, ma prima bisogna riuscirci”.
In Moto3™ chi vedi meglio tra i piloti italiani?
“Tra gli italiani credo che Fenati e Antonelli siano molto forti, purtroppo adesso la differenza tra KTM e Honda è grande, ma con una moto competitiva credo possano fare bene entrambi. Sono più amico di Niccolò, semplicemente perché ci vediamo tutti i giorni, ma non so chi sia il più forte tra loro”.
Il tuo numero (97) è una sorta di omaggio a tuo fratello (capovolto ricorda un 46)?
“È una coincidenza. Io e il mio babbo ce ne siamo accorti solo dopo. Quando ero piccolo e dovevo scegliere il numero non sapevo quale e alla prima gara ho deciso per il 97 e sono sempre rimasto fedele a questo numero”.
Com’è il rapporto con tuo fratello?
“Il mio rapporto con Valentino è ottimo, lo è sempre stato. È chiaro che ora che sono cresciuto ci frequentiamo di più, ci vediamo tutti i giorni, andiamo in palestra insieme. Il rapporto si è rafforzato, ma è sempre stato buonissimo”.
Valentino può lottare per il titolo?
“Non so. Valentino potrebbe lottare per il titolo anche il prossimo anno, in questa stagione è stato sfortunato in qualche gara, ma se riesce ad avere più continuità e un pizzico di fortuna in più può farcela”.
Se non vince Valentino, chi speri vinca?
“Marquez perché è un bravo ragazzo, è un grande amico di mio fratello, e si vede che ha la staffa per fare grandi cose ora e in futuro”.

lunedì 19 agosto 2013

Valentino Rossi “Che bella battaglia con Cal, ma dobbiamo lavorare per raggiungere i primi 3″



Valentino Rossi chiude con il 4° posto il gp di Indianapolis, un risultato abbastanza positivo se si pensa che il pesarese è sempre stato in difficoltà per tutto il weekend americano e ieri aveva chiuso le qualifiche con un deludente 9° tempo. Come al solito sono stati i primi giri ad aver rallentato Rossi, infatti a gomme consumate il 9 volte campione del mondo è stato spesso tra i più veloci in pista ed a pochi giri dalla fine ha recuperato più di 6 secondi a Crutchlow e Bautista, passandoli nell’ultimo giro e chiudendo ai piedi del podio, regalando spettacolo al pubblico americano fino alla bandiera a scacchi.

martedì 6 agosto 2013

Domani Rossi e Lorenzo provano oltre al seamless anche la moto del 2014?


Domani parte la due giorni di test che Yamaha terrà sulla pista di Brno con i suoi piloti Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. I due, come dichiarato su Motosprint dal boss del racing Masahiko Nakajima, proveranno il nuovissimo cambio seamless che la Honda e la Ducati utilizzano gia dal 2011 e che a detta del giapponese permette di guadagnare due decimi al giro. Però molti addetti ai lavori credono che i due piloti della Yamaha proveranno in questi due giorni anche la prima versione della M1 2014.